Teaology: La fusione tra Tè e Cosmetica

Cecilia Garofano, founder di Teaology, racconta come la passione per il tè e quella per la cosmetica riescono a fondersi in una, portandola a fondare la sua azienda di Skincare. I principi attivi di questa bevanda vengono utilizzati creando creme, scrub, cosmetici e altri, che beneficiano la nostra pelle.

Potrebbe raccontare la storia di Teology?

Teaology nasce da due grandi passioni: il tè e la cosmetica, il settore in cui ho iniziato a lavorare subito dopo gli studi e che non ho più lasciato. Occupandomi di sviluppo prodotto ho scoperto che il tè, sotto forma di estratto, è uno degli ingredienti più utilizzati nei cosmetici per il suo potere antiossidante. Per questo, ho iniziato a studiare il modo in cui poterlo utilizzare in modo diverso e più funzionale. Un giorno, parlando con un’equipe di cosmetologi visionari, abbiamo provato a sostituire nella formula di una crema per il viso l’acqua con l’infuso di tè. L’acqua è sempre il primo ingrediente in formula, e con l’utilizzo del tè il risultato cambia radicalmente. La differenza è sostanziale perché l’acqua in un cosmetico serve solo come solvente, mentre il tè è ricco di principi attivi: polifenoli antiossidanti, minerali, amminoacidi e vitamine. Questo significa rendere la formula attiva al 100%.

 

Quali sono le proprietà del tè che siete in grado di sfruttare per il funzionamento dei vostri prodotti?

Con Teaology siamo riusciti a racchiudere tutti i benefici di una tazza di tè in ogni formula attraverso una tecnologia brevettata. Questa tecnologia è stata studiata per estrarre dalle foglie di tè il loro ricco concentrato di polifenoli antiossidanti. L’efficacia di questo metodo produttivo, che si chiama Tea Infusion Skincare, è stata clinicamente dimostrata da studi condotti in collaborazione con l’Università di Ferrara. Questo ci ha permesso infatti di ottenere un brevetto unico.

Qual è stato il primo prodotto che avete creato da Teaology?

È uno burro-scrub per il viso dove abbiamo racchiuso vere foglie di tè verde micronizzate che, oltre ad avere un’azione esfoliante, continuano a rilasciare i loro attivi antiossidanti e purificanti. La scelta dell’utilizzo delle verie foglie di tè è stata una decisione presa appositamente, dato che i principi attivi del tè si trovano li. Per questo motivo, ogni volta che la formula lo permette, le inseriamo nelle formule.

In che modo riuscite ad essere sostenibili?

Come brand abbiamo fatto della sostenibilità una priorità assoluta. Dal primo giorno ci siamo impegnati a limitare il consumo di carta, abbiamo eliminato i foglietti illustrativi e scegliamo imballi facilmente riciclabili. Quelli invece di plastica sono prodotti con materie prime di origine vegetale, come gli scarti di lavorazione della canna da zucchero. Nelle formule utilizziamo ingredienti da fonti rinnovabili perché le risorse naturali sono limitate e vanno preservate. Il Tè che impieghiamo per produrre i nostri infusi è biologico e proviene da Paesi in cui la coltivazione e il raccolto rispettano l’ambiente, la biodiversità e i lavoratori.
Siamo orgogliosi di supportare con il progetto TeaologyCare la Tea Farm Wikiliya in Sri Lanka e la sua comunità di donne coltivatrici di tè nella regione di Balangoda.

Una frase che riassume Teaology per concludere?

"Crediamo che ciò che fa bene a noi faccia bene alla nostra pelle."

Il tè da 5000 anni viene utilizzato come pianta medicinale. Inoltre, la sua efficacia antiossidante è racchiusa in cosmetici made in Italy, formulati con ingredienti sicuri e biocompatibili, vegan, clinicamente e dermatologicamente testati, rispettosi dell’ambiente.

Per saperne di più sul profetto Teaology, si può visitare il sito: https://teaologyskincare.com/

Ringraziamo Cecilia Garofano per l’intervista e per il suo tempo. Complimenti per l’idea e la tenacia nel realizzare un prodotto nato da una passione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *