Perfero Caffè – Intervista a Simone Meriggi

Simone Meriggi, fondatore (insieme all’amico Daniele) di Perfero Caffè, racconta come la passione per il caffè gli fa abbandonare il mondo dello studio e dell’università, cimenandosi nella torrefazione.

Potrebbe descrivermi com'è nata l'iniziativa di perfero caffè?

Potrei dire che l’iniziativa di fondare Perfero Caffè è nata puramente per caso. Era il 1998, e mi trovavo in aeroporto, ad Amsterdam, con il mio amico e tutt’ora socio Daniele. Nell’attesa dell’aereo al gate, abbiamo deciso di fermarci un attimo in uno dei bar all’interno dell’aeroporto. Mentre eravamo seduti su un tavolino sorseggiando una tazza di caffè, abbiamo notato che non rispecchiava per nulla il nostro gusto. Da lì, nonostante avessimo un altro lavoro, abbiamo deciso di dare vita ad una piccola torrefazione in grado di creare quel caffè che immaginavamo dovesse essere perfetto sotto ogni punto di vista. Grazie alla nostra grinta e determinazione siamo riusciti a creare la nostra torrefazione, e l’abbiamo chiamata Perfero Caffè. Questo nome infatti viene dal latino, e significa compiere, portare a termine, proprio come abbiamo fatto noi. Anche il logo rappresenta la forza, con il leone, cavalcato dalla grazia e la saggezza dell’angelo.

Come si è evoluto il vostro metodo di tostatura negli anni?

Abbiamo iniziato a tostare su una piccola macchina Vittoria del 1949 che mio papà Nazzareno aveva modificato riuscendo a coniugare tecnologia moderna e meccanica tradizionale. Nel 2017 abbiamo poi avuto necessità di una macchina più grande, vista la nostra crescita e la maggior quantità di caffè che dovevamo produrre. Abbiamo deciso di utilizzare una macchina che riuscisse a ricreare le stesse tostature che avevamo studiato con la Vittoria. In questo modo siamo riusciti ad utilizzare le vecchie curve di tostatura utilizzate in precedenza, senza alterare il prodotto finale. Definiamo le nostre tostature morbide e delicate, ottenute solamente tramite aria calda.

Come commercializza i suoi prodotti?

La vendita iniziale ha visto come primi clienti i nostri amici. Essendo poco conosciuti, abbiamo deciso di puntare sulle nostre conoscenze strette per dare il via all’attività. Siamo riusciti ad avere una crescita organica, maggiormente grazie al famoso “passaparola”. Con gli anni poi siamo riusciti ad allargarci, soprattutto all’estero dove oggi convogliamo l’80% circa del nostro prodotto. Ancora oggi è il “passaparola” il nostro veicolo commerciale più importante, supportato dai nostri canali social.

Che significato ha il mondo delle bevande calde nella sua vita?

Le bevande calde, così come alcuni vini particolari, rappresentano per me una doppia possibilità; da un lato è la scusa per fare due chiacchiere con un amico e quindi un momento conviviale e piacevole che non può certo essere rovinato da un cattivo prodotto. Dall’altro è un momento che dedico a me stesso e qui il caffè che mi compagnia è solitamente un prodotto raro.

Perfero Caffè ha sempre fatto parte della sua vita?

Provengo dal mondo universitario, quindi no, la torrefazione non ha sempre fatto parte della mia vita. Ho svolto ricerca ed ho insegnato per dodici anni. Il caffè mi ha comunque sempre accompagnato, ma solo 10 anni fa è divenuta la mia attività principale.

Qual è l'aspetto del suo lavoro che preferisce di più?

Ritengo il caffè un prodotto nobile al quale mi avvicino, ogni giorno, con rispetto. I momenti più belli secondo me sono quelli passati a contatto con i produttori nei paesi di origine, dove il caffè viene coltivato. La fase di tostatura è anche uno degli aspetti che preferisco del mio lavoro; i momenti in cui si ha un contatto quasi mistico con il caffè. Infine, provo una forte gioia e soddisfazione quando sono in grado di far felice qualcuno grazie ad una tazza dei miei caffè.

Una frase che vi identifica per concludere?

“La ricerca della perfezione senza mai scendere a compromessi.”

Per saperne di più sulla torrefazione Perfero Caffè, si può visitare il sito: http://www.perferocaffe.it  

Ringraziamo Simone Meriggi per il suo tempo e dedizione. Auguriamo a tutto il team di non perdere mai la passione e la grinta che li hanno portato fino a qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *